IN EVIDENZA

- nessuna notizia da segnalare



Laboratori Sezione Archeologica

“Le fibule dei Vertamocori”

Il laboratorio si articola in due fasi: la prima parte prevede la visita alla Sezione Archeologica, dove l’attenzione viene posta nell’osservazione e analisi della collana d’ambra, delle fibule di ferro e bronzo, del pettorale, degli anellini in rame per capelli, delle armille di bronzo e dei vaghi di collane in vari materiali, mentre vengono fornite informazioni sul commercio e sulle rotte mercantili dei materiali utilizzati per monili e oggetti preziosi; è possibile osservare un manichino, realizzato in collaborazione con l’Associazione Archeologica di Castelletto Ticino, che riproduce l’abbigliamento, l’acconciatura e l’uso dei monili nella civiltà golasecchiana.

Nella seconda parte, agli alunni viene data la possibilità, tramite l’utilizzo di un filo di ferro, di effettuare una riproduzione di una fibula. In seguito, mediante l’utilizzo del filo di rame, viene proposta agli alunni la possibilità di creare un anello di rame per capelli.

Il laboratorio ha un costo di € 3,00.


“A tavola con gli antichi”

Il laboratorio si articola in due fasi: la prima parte prevede la visita alla Sezione Archeologica, per analizzare usi e costumi della popolazione Golasecchiana stanziata nelle zone di Varallo Pombia e della popolazione di origine celtica dei Vertamocori, stanziati nella zona di Oleggio, con particolare riguardo nei confronti del vasellame utilizzato per i pasti.
Nella seconda parte si passa all’attività pratica: modellando un pezzo di argilla, i bambini cercano di riprodurre le forme delle stoviglie osservate durante la visita. Una volta completato, potranno decorare gli oggetti realizzati con le tecniche dell’incisione tipiche delle antiche civiltà.

Il laboratorio ha un costo di € 3,00


“Nel laboratorio del fonditore”

L’attività di laboratorio, si articola in tre parti:

Nella prima parte si comincia con una visita guidata alla sezione archeologica, ponendo particolare attenzione agli oggetti modello (ciondoli e punte di lancia) che si realizzano durante l’attività di laboratorio.

Nella seconda parte viene proposto agli alunni un filmato riguardante le fasi di produzione di oggetti metallici nelle antiche civiltà, in particolare la civiltà di “Terra Mare”

Nella terza parte si richiede agli alunni la realizzazione di uno stampo in argilla, riproducente un pendaglio forato di epoca romana;

- Gli operatori museali forniscono materiale e strumenti necessari allo svolgimento del laboratorio
- L’operatore mostra gli stampi già realizzati, spiega le fasi di lavorazione e segue gli alunni
- L’operatore mostra la fusione entro uno stampo e procede alla fusione dei singoli stampi degli alunni in modo che ciascuno possa avere un ricordo dell’attività svolta
- L’operatore procede alla fusione di una punta di lancia da lasciare in ricordo alla classe

Il laboratorio ha un costo di € 4,00


“Indovina dove? Incursione giocosa nel passato”

L’attività di laboratorio si svolge in gruppi di massimo quattro alunni, che sono invitati, utilizzando un computer provvisto di schermo touch screen, ad associare a quattro persone (uomo e donna celtica, guerriero celtico e donna romana) l’abbigliamento, i monili e gli oggetti della cura personale appropriati ad appartenenza geografica e status sociale.

Il gioco prevede un limite massimo di tempo e di errori in base ai quali sarà attribuito un punteggio.

Il laboratorio ha un costo di € 2,00


“Percorso tattile”

L’attività si articola in due fasi; nella prima fase è prevista una visita guidata nella sezione archeologica del museo alle mostre “La birra e il fiume” e “Conubia Gentium” durante la quale l’operatore museale oltre a fornire le informazioni inerenti ai reperti e a contestualizzarli nello spazio e nel tempo, fornisce una descrizione particolarmente dettagliata degli oggetti, soffermandosi nell’illustrarne forme, consistenza, colori e tipologia delle decorazioni.

Nella seconda parte i partecipanti sono invitati a toccare tutte le riproduzioni inserite nel percorso tattile (olpi, vasi a trottola, piatti, coppette, fusaiole), le tavolette in argilla illustranti le varie tipologie di decorazioni e le sabbie utilizzate nella fase produttiva con i diversi tipi di inclusi. Tutti gli oggetti sono accompagnati da etichette esplicative in braille.


“Il bicchiere della birra”

Il laboratorio si articola in due fasi: la prima parte prevede la visita alla mostra “La birra e il fiume” nella sezione Archeologica, con un’analisi particolareggiata del reperto “bicchiere della birra”. Partendo dalla collocazione del bicchiere in una olla cineraria si illustrano le usanze funebri della civiltà golasecchiana.
Nella seconda parte si passa all’attività pratica: ai bambini viene fornito un pezzo di argilla da modellare in foggia di bicchiere della birra, in modo da riprodurre il tipico oggetto golasecchiano, utilizzando il metodo “a colombina”.

Il laboratorio ha un costo di € 3,00


“Alla scoperta dello scavo archeologico”

L’attività di laboratorio, della durata di circa due ore e mezza, si articola in tre fasi: nella prima parte è prevista la visita guidata nella sezione archeologica del nostro museo, con particolare riferimento agli oggetti modello che si ritrovano nello scavo archeologico.

Nella seconda parte viene fornita agli alunni una breve preparazione teorica: tramite l’ausilio di immagini, ci si sofferma sulla natura del terreno e le sue modificazioni dovute all’attività umana, sugli interventi di scavo, sul materiale e la sua catalogazione, e sulla professione dell’archeologo.

Nell’ultima parte si passa all’attività pratica: la classe viene divisa in due gruppi, seguiti entrambi da un operatore. Gli alunni procedono allo scavo in una cassa dove è stata ricostruita una porzione di terreno costituita da diversi strati e contenente alcuni reperti. Utilizzando gli strumenti appositi individuano gli oggetti e procedono alla loro catalogazione, compilando le schede sui reperti e sulle unità stratigrafiche, aiutandosi con un dossier di immagini corredate da riferimenti cronologici utili al confronto.

Il laboratorio ha un costo di € 5,00